Materiale Vetro
Lavorare col vetro

Quando si lavora col vetro è essenziale considerare i suoi limiti di resistenza allo shock termico e allo stress meccanico. Alcune rigide misure di sicurezza devono essere osservate:

  • Non scaldare gli strumenti volumetrici, es. cilindri di misura su piastre riscaldanti.
     
  • Reazioni esotermiche, quali diluizioni di acido solforico e idrossidi alcalini, devono essere sempre effettuati sotto agitazione e a freddo; in contenitori idonei quali i matracci di Erlenmeyer. Mai in cilindri graduati o matracci tarati!
  • Gli strumenti in vetro non devono subire improvvisi sbalzi di temperatura. Perciò, mai toglierli caldi da una stufa, e appoggiarli immediatamente su una superficie fredda o bagnata.
     
  • In caso di impiego in condizioni di pressione gravose deve essere utilizzata esclusivamente la vetreria prevista per questo scopo; ad esempio, dopo aver verificato che siano in condizioni perfette, i matracci per filtrazione e i matracci per essiccazione possono essere messi sottovuoto. BRAND non offre alcun strumento per l’uso ad alta pressione.