Materie Plastiche
Resistenza Chimica

La resistenza alla rottura e il basso peso sono gli importanti vantaggi della plastica. La scelta del tipo di materia plastica viene determinata dal tipo di applicazione.

Si devono tenere in considerazione molti fattori: tempo di esposizione e concentrazione dei prodotti chimici, tensionamenti termici (ad esempio per trattamento in autoclave), applicazione di forza, esposizione alle radiazioni UV e invecchiamento (che puó essere causato dall’azione di detergenti o da altri effetti ambientali).

Le seguenti raccomandazioni sono accurate e si basano sulla letteratura tecnica e sulle informazioni fornite da produttori di materie prime. Hanno lo scopo di informare e consigliare, ma non possono sostituire una verifica di adeguatezza da parte dell’utilizzatore, da eseguire nelle effettive condizioni di impiego.

In base alla loro resistenza chimica le materie plastiche vengono classificate nel modo seguente:

+ = Resistenza chimica eccellente

Un’esposizione continua al prodotto chimico considerato per 30 giorni non provoca alcun danno. La materia plastica puó rimanere resistente per anni.

o = Resistenza chimica da buona a limitata

Un’esposizione continua al prodotto chimico considerato causa danni minimi, alcuni dei quali reversibili, entro 7-30 giorni di tempo (p.es. rigonfiamento, rammollimento, diminuzione della resistenza meccanica, decolorazione).

– = Resistenza chimica scarsa

Non adatta ad un’esposizione continua al prodotto chimico considerato. Si puó verificare un danno immediato (!) (perdita della resistenza meccanica, deformazione, decolorazione, rottura, dissoluzione).

Abbreviazioni delle materie plastiche secondo DIN 7728

PS:        Polistirolo
SAN:     Stirolo-acrilonitrile copolimero
PMMA:  Polimetil metacrilato
PC:       Policarbonato
PVC:     Polivinil cloruro
POM:    Poliossimetilene
PE-LD:  Polietilene Bassa Densitá
PE-HD: Polietilene Alta Densitá
PP:       Polipropilene
PMP:    Polimetilpentene

ETFE:    Etilene-tetrafluoroetilene
             copolimero
PTFE:    Politetrafluoroetilene
FEP:      Etilene-propilene fluorurato
PFA:      Perfluoro-alcossipolimero
PUR:     Poliuretano
FKM:     Fluorocaucciù

EPDM:  Etilene-propilene-diene-
            gomma
NR:      Gomma naturale
SI:       Gomma siliconica